Le semifinaliste della Champions League 2020

Le semifinaliste della Champions League 2020

In una Champions completamente stravolta dal calendario, una delle preoccupazioni riguardava le condizioni fisiche delle squadre.
In Europa l’emergenza Covid Γ¨ stata affrontata diversamente in ogni nazione e di conseguenza dalle varie federazioni calcistiche.

CiΓ² che emerge Γ¨ un’inaspettato duello franco-tedesco, ovvero le due nazioni che hanno riposato maggiormente.
I tedeschi hanno ripreso il campionato il 16 maggio, terminando la competizione il 27 giugno; i bavaresi hanno potuto riposare per ben 42 giorni prima della partita contro il Chelsea, mentre il Lipsia 47 prima di affrontare i Colchoneros.

Sul fronte francese si pensava potesse andar peggio, tanto che il presidente del Lione Aulas aveva protestato piΓΉ volte per la ripresa del campionato; l’ultima gara in campionato risale allo scorso 8 marzo.

La squadra di Tuchel ha dovuto affrontare uno stop di cinque mesi prima di affrontare la partita contro l’Atalanta. Prima della partita contro i bergamschi hanno affrontato cinque partite di avvicinamento, con due partite ufficiali e tre amichevoli.

L’esempio del Lione

Rudi Garcia, allenatore del Lione ha elogiato il preparatore atletico, che poi ai microfoni di Sky Sport ha spiegato la “costruzione” della preparazione.
Rongoni ha spiegato come la preparazione sia stata divisa in due blocchi da quattro settimane l’uno; nelle prima fase (durata quattro settimane) di allenamento fisico “duro” e le successive tre settimane di allenamento con la palla, tralasciando i concetti classici dell’allenamento fisico. Inoltre il Prof. svela alcuni segreti, come per esempio l’enorme collaborazione con il vice allenatore del Lione ha preparato delle esercitazioni tecniche sul ritmo della parte atletica.

Le preoccupazioni di “mezza Europa”

Tra i grandi rebus della competizioni dalle grandi orecchie, restava da chiare se fosse stato meglio giocare ogni tre giorni per due mesi o fare una lunga pausa per preparare al meglio le Finals della Champions.

Il campo non mente mai.

Come sempre le risposte le da il calcio: dove le corazzate inglesi e spagnole sono naufragate insieme alle loro certezze, mentre sono emerse nuove certezze, una su tutte che un periodo di preparazione così lungo ha favorito la preparazione di partite importanti per i club.

L’emergenza ha sicuramente snaturato la competizione, ma una riflessione emerge, se un periodo cosΓ¬ lungo di pre-season ha cambiato alcuni valori, siamo certi di aver sempre affrontato al meglio le precedenti preparazioni?

Lascia un commento

Torna in alto